Vi racconto di un evento bellissimo che ho visto crescere negli anni a fianco di amici e colleghi della Pro Loco di Bagolino.

Fino a qualche mese fa non avrei mai immaginato di poter viverlo come quest’anno, InScena per davvero e da una prospettiva unica!

Ma facciamo un passo indietro, vi racconto di cosa si tratta…

Il 12 e 13 ottobre a Bagolino, il suggestivo borgo medioevale incastonato nelle Alpi Bresciane, si è celebrata la decima edizione della Transumanza: tradizionale evento selezionato da Explora fra le manifestazioni autunnali più significative di rilevanza nazionale.

La sfilata delle mucche che ritornano dall’alpeggio

Si tratta di un antichissimo rito che si ripete da centinaia di anni, che per opera della Pro Loco di Bagolino si è trasformato in un evento culturale ed etnografico di grande coinvolgimento sociale.
Durante le due giornate di festa le vie del borgo vestono la tradizione, e in ogni angolo si respira tanta, tantissima allegria!

Ecco l’articolo sul Giornale di Brescia: leggi qui.

Ecco che spiccano alcuni avvenimenti significativi: la Rassegna Nazionale dei cori d’Osteria per citare uno tra i più importanti; e poi le rievocazioni di antichi mestieri; degustazioni e assaggi di prodotti tipici…ristoranti, bar e botteghe alimentari in queste due giornate sono molto indaffarati a preparare manicaretti di cui il Bagöss è protagonista!

Il Formaggio Bagöss, Ambasciatore della manifestazione

Il celebre formaggio quest’anno è stato scelto per promuovere il brand #inlombardia a livello nazionale.

Prima edizione dello Show Cooking Eccellenze in Lombardia

La tradizionale manifestazione quest’anno si è arricchita per la prima volta di uno show cooking al quale sono stata invitata come chef ufficiale, con la finalità di ideare e preparare un menù in cui si valorizzasse il formaggio Bagòss abbinato sapientemente ad alcune eccellenze lombarde con denominazione DOP, IGO e De.Co. regionali.

Ecco l’articolo sulla conferenza stampa, la chef Ambra Marca con l’Assessore Regionale al Turismo Lara Magoni: leggi qui.

Estratto della conferenza stampa:

Domenica 13 ottobre 2019 per la prima volta questa ricchissima manifestazione si impreziosirà con lo “Show cooking Eccellenze in Lombardia”. La pluripremiata chef Ambra Marca ha studiato un menù in cui il Bagòss verrà proposto in abbinamento a ben 15 prodotti DOP, IGO e De.Co. lombardi. Dalla Bresaola della Valtellina all’Olio Evo del Garda, dalla zucca mantovana al salame Varzi DOP si spazierà fra le province in un viaggio enogastronomici che vede Bagolino al centro della mappa del gusto lombardo.

Vi presento quindi i miei piatti partendo dai due antipasti freddi, pensati perché fossero buoni, belli da vedere ma facilmente replicabili anche dal pubblico.
Come si evince dalle fotografie: massimo rispetto per gli elementi protagonisti del piatto, che si individuano nell’immediatezza. La degustazione è un gioco di abbinamenti, in cui si distinguono i sapori accostati tra loro con semplicità.

Insalata di Mele di Valtellina (IGP) marinate con Olio evo del Garda (DOP) e bon bon di Bresaola della Valtellina (IGP) con puinì di capra e perle di Garda chiaretto (DOC)

Temaki di Salame Varzi DOP con Bagòss e confettura extra di lamponi
Vino in abbinamento: Garda Chiaretto doc

Con il primo piatto ho alzato il livello della tecnica, anche se i fondamentali per la preparazione del risotto non cambiano.
Il connubio tra zucca e salame è un abbinamento che funziona. Il salame di Varzi DOP l’ho trovato particolarmente adatto in questo ruolo. La pera igp mantovana, succosa e fresca, aggiunta a tartare, ha conferito al piatto la giusta dose di acidità.
Ho voluto inoltre arricchire il piatto con il gusto di un ingrediente pregiato, dai sentori di liquirizia: l’aglio nero fermentato.
In merito alla presentazione, consapevole che, in servizio, alla “classica” con il riso uniformemente disteso nel piatto sia meglio, ho voluto divertirmi!
Un’estetica alternativa, ispirata alla mise en place di chef stellati, che vedevo adattissima per l’occasione:
In primis perché in questo modo ho messo in risalto al massimo le materie prime, obiettivo dello show cooking; ma anche pensato per i bloggers presenti, che hanno una visione contemporanea della cucina e la necessità di fotografare i piatti 😉

Carnaroli alla Zucca mantovana di Quistello Capel da Pret De.C.O. e Bagòss; Salame di Brianza DOP, salsa all’aglio nero e tartare di Pera Mantovana IGP
Vino in abbinamento: Lambrusco Mantovano Doc

Il secondo piatto è senza dubbio il mio preferito.
Orgogliosa del fatto che lo sia stato anche per il Presidente di giuria, critico gastronomico di spicco e profondo conoscitore del mondo del cibo: Carlos Mac Adden.
Gustoso ed equilibrato dall’amaro e dalla croccantezza delle cime di rapa.
Il cremoso al Bagòss in questo piatto è una carezza al palato. Attenzione però a chi volesse replicare il piatto: aggiungere con parsimonia i pistilli di zafferano, caratterizzato da un sapore tendenzialmente predominante.

Cotechino Cremonese Vaniglia su letto di pane al Franciacorta, cremoso al Bagòss con zafferano di Pozzolengo e cime di rapa
Vino in abbinamento: Franciacorta saten docg

Dulcis in fundo.
Il dessert era il piatto che mi preoccupava di più quando ho scritto il menù: fare un dolce con il Bagòss è tutt’altro che facile. Difficoltà in più la necessità di utilizzare un altro formaggio con la denominazione.. e invece, chi l’avrebbe mai detto!
Già quando ho fatto le prove prima dello show ero rimasta piacevolmente soddisfatta, ma mai mi sarei immaginata che il punteggio più alto l’avrebbe conquistato proprio questo piatto!

Punteggio si, proprio perché lo show è stato animato da un talk per approfondire il tema cibo e territorio e soprasseduto da una giuria tra la quale hanno preso posto esperti gastronomici, food blogger e influencer del mondo del cibo e del turismo.
La stessa giuria ha avuto il compito di votare ogni piatto, valutandone il gusto, l’aspetto estetico e l’equilibrio dell’abbinamento tra Bagòss e eccellenze lombarde utilizzate.

Il punteggio più alto è stato attribuito al dessert che entra ufficialmente a far parte dell’”Albo d’Oro” di ricette della tradizione gastronomica lombarda.

Semifreddo al Quartirolo Lombardo DOP con Pera Mantovana IGP ubriaca, sbrisolata di sbrisolona mantovana e crema calda al Bagöss
Vino in abbinamento: San Martino della Battaglia Liquoroso doc

Concludo questo articolo ringraziando tutti coloro che mi hanno coinvolta in questo importante progetto, a partire dall’Agenzia Territoriale per il Turismo del Lago d’Idro e Val Sabbia, la Comunità montana della Val Sabbia, la Regione Lombardia con l’Assessore al Turismo Lara Magoni il Comune e la Pro Pro Loco di Bagolino, promotore della Festa della Transumanza.

Cucinare innanzi ad un pubblico di migliaia di persone è stato entusiasmante e un’emozione indescrivibile nei posti del cuore.

Reportage fotografico di Ivan Capelli PHUDO.

Ti è piaciuto questo articolo?
error: Contenuto protetto